resoconto trotto Agnano domenica 19 marzo, a cura di Emilio Migliaccio

Brillano i colori della Sa. Fra. Fas sulla conca di Agnano: dopo il doppio di venerdì procurato da The King Grif e Tintoretto Grif, la formazione cara all’avvocato Gragnaniello conquista il clou del pomeriggio festivo grazie all’affermazione di Ranymede Fas ( 1.12.9 ), di cui il presidente dell’ Upt è anche allevatore. Il figlio di Ganymede ha conquistato il quinto successo nelle ultime sette uscite, attuando il solito clichè di corsa, partenza cauta con successiva avanzata esterna e spunto a centro pista. A farne le spese è stato il solito generosissimo Rombo di Cannone ( 1.12.9 ) che ha ottenuto il via libera da Puccy Italia ed ha resistito fino a pochi metri dal traguardo dove la freschezza dell’allievo di Minopoli ha fatto la differenza. Ottimo anche il comportamento di Puccy Italia ( 1.13.1 ), protagonista fin dalle prime battute e di Ticket to Ride ( 1.13.2 ) per buona parte al largo. L’ospite Teodora Caf, nella difficoltà di reperire un varco in retta d’arrivo, ha scelto la corsia interna, rimanendo murata, comunque l’impressione è stata positiva, buona per la prossima. Giustamente soddisfatto Mario Minopoli in premiazione: << Sapevo di averlo al top della condizione e quando si è concretizzata la seconda pariglia esterna ho pensato di poterla vincere. Con la vittoria di oggi è salito ulteriormente di categoria per cui osserverà un breve periodo di riposo, anche perché non può correre a breve senza ferri, in modo da preservarlo per il prosieguo della primavera >>. Il team Minopoli ha completato un triplo nel corso del pomeriggio, grazie anche ai successi di Uruk del Ronco, 1.15.1 sul doppio chilometro, e Pepita del Ronco ( 1.15.9 sui duemilaseicento metri ), quest’ultima interpretata dal giovane Ferdinando.
Uno splendido Silven Grif ha riportato il sottoclou, un handicap per anziani in cui era penalizzato di quaranta metri: l’allievo di Giorginho è risalito per gradi, passando chiaramente in retta d’arrivo, a media ufficiale di 1.13.4 sui duemila metri. E’ finalmente piaciuto Perunometro Sm che ha concluso al secondo posto, con la recriminazione di aver subito un leggero intralcio dalla scarrierante Tracia del Ronco, in errore all’ingresso in retta. Ancora deludente il favorito Nasty Reaf.
Nella prova d’apertura, riservata alle femmine di tre anni, ha fatto percorso netto la potente Vault of Angel ( 1.15.9 ), colori della signora Di Vuolo Adelina e training di Raf Palomba, interpretata in punta di dita da Romeo Gallucci. Ne ha fatto le spese la favorita Vedette del Ronco, battuta in fondo anche dalla compagna di allenamento Ventimiglia Jet. Apprezzabile il primo piano di Red Hall Sm ( 1.15.7 sui duemila ) che ha permesso al proprietario Francesco Auriemma di ottenere il primo successo della breve carriera di gentlemen.
In chiusura era programmata una prova per quattro anni abbinata alla Tris Straordinaria: si è imposto Unique Vil  ( 1.15.7 sul doppio km ) che ha preceduto Underground Photo e Ubaldo Capar, mentre il marcatore è stato completato da Ursus Model e Unisono Grif. Fuori quadro il favorito Ubaldo Luis che ha concluso mestamente in coda.

Emilio Migliaccio

classe '71, ex driver, dal 2012 è il corrispondente da Napoli per Trotto & Turf.
Collabora come opinionista con Ippodromi Partenopei ed Ippodromi Meridionali.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.