resoconto trotto Agnano venerdì 1 settembre, a cura di Emilio Migliaccio

Trotto ad Agnano (archivio IP). Trotto ad Agnano (archivio IP). Marcello Perrucci

Primo convegno in diurna all’ippodromo di Agnano: il clou era riservato ai gentlemen – proprietari, in sulky ad anziani di categoria, divisi su due nastri. Si è imposta Rosy Bee Power che ha saputo sfruttare al meglio la lestezza iniziale per posizionarsi in schiena alla fuggitiva Superba Par, una garanzia come leader, per poi sopravanzarla nei metri conclusivi. Al terzo posto è finita la penalizzata Preziosa Caf che ha conservato un minimo vantaggio da Twitter Gifar, mentre San Pio Gm, spostato dallo starter in coda alla sua fila per riottosità in partenza, ha completato il marcatore. Il netto favorito Solobarar è incappato in una grave rottura causata da un “ cross “ verificatosi sulla prima piegata. La vincitrice si è espressa a media di 1.16.3 sul doppio chilometro, presentata al meglio da Sabato Di Vincenzo e interpretata con precisione dal proprietario Raffaele Lamberti che in premiazione ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: << Rosy soffre molto ai piedi e quando c’è la possibilità di toglierle i ferri anteriori, migliora di molto il suo rendimento. In partenza, sono riuscito a filtrare all’interno e la schiena di Superba Par si è rivelata quella ideale >>.
Molto più spettacolare è risultata la prova per anziani di categoria D: la distanza dei duemilaseicento metri ha fatto si che ci fossero diverse alternanze in testa al gruppo, però senza alcun rallentamento, tanto che Tutankhamon Mrs è arrivato al doppio chilometro in 2.27.5. L’allievo di Vecchione ha ceduto completamente nel tratto conclusivo, messo alle strette dal “ panzer  “ Tornado Pizz che però ha dovuto soccombere allo spunto di un ritrovato Ticket to Ride, notevole la media di 1.13.8 , gestito perfettamente da Gaetano Di Nardo, colori di Loretta Fabbri.
Mario Minopoli Jr ed il cognato Giorgio D’Alessandro Jr hanno realizzato entrambi un doppio nel pomeriggio: il “ Francesino “ ha condotto al successo il promettente Zodiaco Sm ( 1.17.8 ) nella prova d’apertura, dopo un impasse  ai seicento finali che ne stava pregiudicando il risultato, ed il qualitativo Von Dany Grif ( 1.16.8 sul doppio km ), nell’handicap per tre anni. Non meno rilevanti le affermazioni di “ Giorginho “ che ha presentato un soggetto di belle speranze come Zingaretti Grif ( 1.17.7 sui duemila ) ed ha portato alla vittoria la potente Valentina Laser ( 1.14.7 ) tra le femmine di tre anni, dopo percorso scoperto ai fianchi della battistrada e favorita Venerina Jet.
La declassata Ursula Grif ( 1.14.7, Marco De Vivo ) ha riportato con estrema naturalezza la prova riservata alle femmine di quattro anni, sottomettendo la comunque tenace Urubamba Tor.

Emilio Migliaccio

classe '71, ex driver, dal 2012 è il corrispondente da Napoli per Trotto & Turf.
Collabora come opinionista con Ippodromi Partenopei ed Ippodromi Meridionali.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.