Agnano, esempio del fare sistema. Il Ministro De Girolamo all'ippodromo.

“Imparare a fare sistema tra istituzioni, privati e appassionati”. E’ l’appello lanciato da Agnano dal Ministro per le Politiche Agricole e Forestali Nunzia De Girolamo intervenuta oggi all’ippodromo alla conferenza stampa dell’86° Derby Italiano del Trotto convocata

dai dirigenti di Agnano in occasione dell’eccezionale pomeriggio di corse che ha messo in campo addirittura sei gran premi, le tre batterie di qualificazione del Derby e gli internazionali Triossi, Carena e Royal Mares. “Per uscire dalla crisi determinata anche da frammentazioni e conflittualità esistenti nell’ippica, come in altri settori, occorre unità - ha dichiarato il ministro - l’unica strada che porta a grandi risultati, e Napoli ne è un esempio”. Riferendosi alla riapertura del sito di Agnano, avvenuta appena due mesi fa dopo un anno di chiusura e degrado, il Ministro ha spiegato che “si è voluto premiare il coraggio e il sacrificio del gruppo di imprenditori costituitosi nella Ippodromi Partenopei assegnando all’ippodromo di Napoli la corsa romana del Derby vista la chiusura prolungata di Roma Tor di Valle”.

Al termine dell’affollata conferenza stampa alla quale è intervenuto anche il vice sindaco di Napoli Tommaso Sodano e il presidente di Agnano Pier Luigi D’Angelo, il Ministro De Girolamo, che per la prima volta ha assistito allo spettacolo delle corse in ippodromo, ha voluto vedere i cavalli partecipanti al Gran Premio recandosi al recinto di isolamento dove si è concessa ai flash dei fotografi accanto a Remo Gas, il 3 anni figlio di Varenne vincitore del Città di Napoli, partente nella prima batteria di qualificazione del Derby. Prima di lasciare l’impianto, il ministro ha premiato Tommaso Di Lorenzo, il driver di Re Degli Dei  vincitore della prima batteria in 1.13.6 davanti a Remo Gas, secondo, e Roi De Coeur, terzo (ordine di arrivo 2-4-6-11-3).

Nella seconda batteria si è imposto Robert Bi guidato da Robin Bakker (1.12.9, ordine di arrivo 5-1-8-3-12) mentre nella terza batteria vittoria di Red Baron (1.13.5) guidato da Federico Esposito (arrivo 3-4-1-5-11).

La 5 anni Orsia affidata alle redini di Roberto Vecchione si è imposta in 1.12.6 nelle Royal Mares Allevamento Garigliano (2-1-9-10-3 l’arrivo). Nel Triossi, gruppo 1 per europei di 4 anni, vince la figlia di Varenne, Princess Grif guidata da Roberto Andreghetti in 1.12.4 al traguardo (ordine di arrivo 6-9-7-1-3) mentre il Carena, gruppo 2 riservato alle sole femmine, è stato vinto da Peace of Mind pilotata da Andrea Guzzinati in 1.12.8 (arrivo 5-1-3-2-8).

A chiusura del ricco convegno Agnano ha regalato anche una cospicua vincita di un quarté che ha pagato diecimila euro al fortunato giocatore. E parlando di gioco, sulle corse di Napoli trotto sono stati scommessi complessivamente € 1.018.000,00 (€ 721.000,00 di cui 72.000,00 su campo comprensivi di € 24.500,00 a quota fissa, oltre al gioco sulla tris di € 297.000,00).       

lorena sivo

 

Ufficio stampa

Lorena Sivo - Tel. +39 081 7624161 - e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.