resoconto corse trotto domenica 16

Trotto ad Agnano Trotto ad Agnano © photo Stefano Grasso

Ariel Grif rende tutto facile: il sesto successo consecutivo è arrivato con la solita, disarmante leggerezza, il suo interprete ha messo giù ai cento conclusivi, ormai certo di aver staccato gli avversari, a media di 1.14.6 sul doppio km, con partenza nei nastri. Di diverso rispetto alle precedenti affermazioni c’era solo la conferma in sulky di Raf Palomba, in assenza del titolare Antonio Esposito. Curioso il fatto che Palomba guidò la mamma Flower By Pass nelle Oaks del Trotto del 2005. Quello che sta facendo la portacolori della Silid, colori cari al collega Gaetano Borrelli, è di assoluta rilevanza: non ingannino i distacchi, vincere badando esclusivamente a vincere fa parte di una gestione oculata che ha permesso questa sequenza di successi ma quanto valesse lo ha già dimostrato quel giorno che ha girato di fuori ad Always Br Ready. Il compagno di allenamento Allstar Again ha fatto l’abbonamento al ruolo, non affatto disprezzabile, di valletto: il figlio di Look de Star è stato ancora una volta autore di prestazione apprezzabile che gli ha consentito di battere Alessandro Bar in retta d’arrivo. L’ospite Ayrton Treb, così come era accaduto nel precedente confronto, ha sbagliato poco dopo l’uscita dai nastri.
Non è andata benissimo neanche all’altra inviata del team Ehlert, Valchiria Op, impegnata nella condizionata per femmine anziane: la Derby winner 2017 ha incontrato sulla sua strada una scatenata Uma del Ronco che, a media di 1.13.6, l’ha costretta ad accontentarsi della piazza d’onore. La vincitrice, da Igor Font e La Valliere, è una rappresentante del team Minopoli. Alla guida c’era Mario Minopoli che ha raddoppiato a fine giornata con il promettente Bacoli Wf ( Zola Boko e Trendy Wf ) che si è finalmente liberato della scomoda etichetta di “ maiden “, imponendosi per distacco a media di 1.16.6 sul doppio km.
Tra femmine di tre anni non ha disatteso le aspettative la favorita Baucina Luis ( Love You e Mandragola Pl ), che si è imposta a media di 1.17.0. Gaetano Di Nardo ha raddoppiato con la favorita Velina Wise As ( 1.13.1 ) tenuta in ordine strepitoso da Raf Chiaro. Apprezzabile il successo tra i quattro anni di Avant Op ( 1.15.1 ) che sta, finalmente, concretizzando quella maturazione che avevamo auspicato un bel po’ di tempo fa, pertanto attendetevi ulteriori miglioramenti dal figlio di Exploit Caf e Divine Press di Vincenzo Luongo. In gentlemen, Filippo Esposito ha ben gestito Seneca Grif che si è salvato dall’attacco esterno di Zelig Jet e quello interno di Utavian del Ronco.

Emilio Migliaccio

classe '71, ex driver, dal 2012 è il corrispondente da Napoli per Trotto & Turf.
Collabora come opinionista con Ippodromi Partenopei ed Ippodromi Meridionali.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.